Fare in casa il Cioccolato Fondente Senza Zucchero

Fare in casa il Cioccolato Fondente Senza Zucchero

Avete mai pensato di fare in casa il cioccolato fondente senza zucchero? È semplicissimo!

E’ una ricetta così semplice, questa del cioccolato fondente senza zucchero, che potrebbe quasi essere banale! A basso indice glicemico, senza glutine, senza latticini che prepari velocemente e con soli cinque ingredienti naturali e biologici. E’ adatta anche ai vegani e crudisti ed oltre ad avere il basso indice glicemico ha anche un bassissimo carico glicemico.

Ingredienti

Per circa 650g di cioccolato fondente
  • 500 g pasta di cacao
  • 70 g fave di cacao crude
  • 70 g burro di cacao crudo
  • 0,3 g stevia in polvere
Utensili
  • pentolino per bagnomaria
  • stampo in silicone per cioccolatini

Come procedere

  • Sciogli la pasta di cacao e il burro di cacao a bagnomaria;
  • Unisci le fave di cacao e dolcifica a piacere;
  • Versa negli stampini e lascia nel frigorifero.

Visto? Fare in casa il cioccolato fondente senza zucchero è semplicissimo!

Il cacao crudo (non torrefatto) è un antiossidante,  ne contiene 20 volte più del vino rosso e 30 volte più del tè verde. Previene i problemi cardiaci, regola la pressione e i livelli di zuccheri nel sangue, rafforza il sistema immunitario. Tutto questo grazie ai suoi elevati livelli di magnesio, dopamina e serotonina.

Fare in casa il cioccolato fondente senza zucchero? A basso indice glicemico, senza glutine, senza latticini, veloce, con cinque ingredienti.

Il cibo degli dei

Non c’è da stupirsi se il cacao fin dall’antichità è stato chiamato il cibo degli dei ed è stato a lungo annoverato tra le medicine. Nel 1956 un prete spagnolo, Bernardino de Sahugùn, giunse in messico dove poi visse per 61 anni. Lì scrisse un trattato sulla cultura Atzeca dove il cacao era spesso menzionato come medicina locale, come lassativo e come ricostituente.

Tra le sue funzioni vi sono quella di antidepressivoansiolitico e di induzione al sonno.

Viene usato in psichiatria come agente contro i comportamenti maniaci e aggressivi, diminuisce la fame e la sensibilità al dolore.

Il deficit di questo aminoacido produce un ritardo nella crescita di bambini e adolescenti, apatia, edema, debolezza, depigmentazione dei capelli, astenia, sonnolenza, danni epatici.

Grazie al Triptofano, anche se il cacao ha parecchia Teobromina, che è di per sé uno stimolante, una bevanda al cacao spesso può conciliare il sonno.

Il Triptofano però è sensibile al calore e viene disperso nella cottura, per questo è presente solo nel cacao crudo.

2 commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *